Con la forza del desiderio, ce l’abbiamo fatta

Con la forza del desiderio, ce l’abbiamo fatta

di Giacomo D’Alessandro

Ce l’abbiamo fatta!
Il Cammino di Pasqua #6 sui sentieri alti di Genova è compiuto.
13 camminanti sorridenti, equipaggiati e tamponati si sono messi in cammino per tre giorni tra Voltri, l’Alta Via e il Parco delle Mura. Un’impresa messa a dura prova da questo tempo storico, ma ancora più essenziale per maturare un modo generativo di abitare la realtà, con tutte le sue esigenze e le sue rivelazioni.

Il tema di questa edizione era “La forza del desiderio”, esplorato con spunti psicologici e associato ai brani forti della Passione, giorno dopo giorno, sera dopo sera. Un profondo momento di ascolto attivo, di condivisione, di punto sulla propria esistenza e di rigenerazione alla sorgente sempre viva del camminare insieme.

Abbiamo goduto una natura rigogliosa, severa, prodiga, impressionante. 13 vite ancora una volta diverse, tra presenze storiche e nuovi arrivi, incroci singolari, percorsi tangenti o paralleli. In un cammino che non nasce da un gruppo, movimento o associazione precisa con i suoi membri, ma da pochi amici si apre a chiunque sia in ricerca, anno dopo anno, lasciando spazio a relazioni di qualità in piccoli numeri.

Grazie a tutte e tutti per aver scritto questa pagina di bellezza e ispirazione reciproca in un tempo di fatiche, angosce, ritrazioni e ripiegamenti, spesso necessari. C’è un essenziale da difendere che riguarda anche la maturazione personale e interiore, per crescere persone capaci di dipingere un mondo dal volto rinnovato, più sano per tutti.

La veglia di Pasqua ha risuonato delle musiche della Buona Novella di De Andrè e delle parole scolpite ne L’uomo che cammina di Bobin. Per immetterci sul passo di “Quel tale che pensa si possa assaporare una vita così abbondante da inghiottire persino la morte”.


Foto ovviamente di Luca D’Alessandro.
Seguite Percorsi di Vita